Informativa estesa sull'uso dei cookie

Privacy Policy

Lettori fissi

NORMATIVA PRIVACY

giovedì 30 aprile 2015

Capelli tendenza tagli estate 2015

Quest'estate dateci un taglio! Wob, pixie, shag, e lob sono solo alcune delle tendenze per i capelli da adottare per la bella stagione. Anche le chiome lunghe possono essere messe in risalto con le beach waves, che di sicuro vedremo su tutte le teste. Se shatush, balayage, plumage e bronde vi hanno stancato, dalla Francia arriva l'écaille, la nuance 'tartarugata' che sta conquistando Hollywood. Si impone anche il granny, il grigio 'della nonna' che dall'America sbarca in Italia. Effetto bagnato per tutte, wet e glossy, i capelli 'umidi' dettano tendenza sia al mare che in città. Geometrica o classica, torna anche la frangia, croce e delizia di ogni donna, che mette in risalto il viso e può diventare il punto di svolta per cambiare look, senza sconvolgere le lunghezze.
Protagoniste indiscusse dell'hairstyle, sia in città che in spiaggia, sono le beach waves, come spiega all'Adnkronos Adalberto Vanoni, direttore artistico e creativo dell'Accademia Aldo Coppola e giudice di 'Hair', il talent per aspiranti parrucchieri, appena conclusosi su Real Time: "Per l'estate meglio giocare sul tema della donna molto leggera, giovane, semplice e spettinata, non troppo impostata, perché il naturale è quello che va per la maggiore; meglio creare delle onde larghe sui capelli lunghi, una sorta di beach wave. Il concetto per l'estate è quello dell'hair wave, che è molto naturale, come le onde del mare".
Meglio preferire chiome naturali e leggere, quindi, come ribadisce Roberto D'Antonio, famoso hair stylist romano e punto di riferimento nel mondo della coiffure. Sotto le sue forbici sono passate le teste più note della Capitale, donne del cinema, come Claudia Gerini, Sabrina Ferilli, Valeria Golino e Margherita Buy, ma anche personaggi della politica, come Piero Fassino, Daniela Santanché, Mara Carfagna e Beatrice Lorenzin: "D'estate meno si mette nei capelli e meglio è - afferma il coiffeur - per questa stagione si devono preferire leggerezza e semplicità".
Mettetevelo bene in testa: gli anni 70 sono tornati. Dalle passerelle all'hairstyle, lo shag è in assoluto il taglio must have dell'estate. Sdoganato da Patty Smith già a fine anni '60, questo taglio medio e asimmetrico ricorda uno stile ribelle e rock and roll e ha conquistato anche la modella inglese Edie Campbell, che da qualche stagione ha rinunciato alla sua lunga chioma bionda per questo taglio super scalato. Chi ama il liscio effetto spaghetto, ma ha le chiome un po' indisciplinate, può puntare tutto sul wob, neologismo inglese tra wave (onda) e bob o wavy-bob, un taglio a caschetto che arriva a metà collo e lascia le chiome ondulate e libere dall'effetto crespo. Pratico e chic, come quello di Sienna Miller, per modellarlo bastano semplicemente le dita o uno spray e una schiuma volumizzanti.
La versione più lunga del wob si chiama invece lob, o long-bob, e va portato liscissimo, come quello sfoggiato qualche anno fa da una pioniera Gwyneth Paltrow, o quello rosso raffaellita adottato di recente da Nicole Kidman. Sempre attuali il bob e il carré, eleganti e senza tempo: "Il bob, così come il carré sono sempre molto eleganti ma se realizzati in maniera meno dura e pesante del solito - afferma D'Antonio - sono tagli che si possono alleggerire un po', mantenendo al tempo stesso la forma geometrica; il bob sul capello liscio è un taglio perfetto".
Se invece le vostre chiome sono difficili da domare, potete andare a tutto volume con i ricci, sia al naturale che più frizzanti: l'importante è avere l'accortezza di curarli sempre, senza 'impomatarli' con spume e cere, ma preferendo un effetto più morbido e naturale con gli oli: "D'estate i capelli ricci possono trovare aiuto con oli e prodotti specifici - dice D'Antonio - ne sono usciti un'infinità negli ultimi anni che mantengono i boccoli e i ricci sempre ben nutriti".
Per tagliare corto, anzi cortissimo, il pixie cut è il taglio che non passa mai di moda. Per intenderci, è quello ideato dal celebre parrucchiere Vidal Sassoon nel 1968 per Mia Farrow in 'Rosemary's baby', e che è tornato in auge grazie a Hollywood: da Anne Hathaway, Michelle Williams, a Carey Mulligan, sono tutte pazze del taglio alla maschietta: "I tagli corti, come il pixie, stanno bene sia alla donna adulta che ha i capelli più disastrati e vecchi - afferma D'Antonio - e quindi tagliandoli corti si rivitalizzano e danno un po' di brio al viso, sia per le giovani che dovrebbero tagliare per rinnovarsi. I capelli, del resto, sono come le piante, si rinnovano tagliandoli. Cambiare per avere un'altra immagine di sé è la cosa più all'avanguardia".
Grande revival quello della frangia, che torna a imporsi su tutte le fronti: sflilacciata, lunga, dritta, corta, piena o spettinata, può essere il punto di svolta del look, basta avere qualche accortezza. Per ogni viso, infatti, c'è una frangia diversa. Sbarazzina se irregolare e grafica, può rivelarsi davvero chic se si vogliono mettere in risalto gli occhi, valorizzare un bob, o realizzare una pettinatura raccolta.
D'estate, si può puntare anche a un effetto mosso e più naturale, ma la frangia è spesso la prima cosa che si nota, quindi occorre saperla tenere a bada e mantenerla in ordine, spuntandola di 1 o 2 centimetri ogni tre settimane almeno: "La frangia d'estate è molto difficile da portare ma non impossibile - afferma Vanoni - lunga va bene, perché si può spostare di lato o creare un ciuffo. Quella da preferire è stondata e morbida, non all'orientale che diventa più rigida e non si adatta alla spiaggia".
Chi non trascorrerà le vacanze al mare, tra sole e salsedine, ma sogna capelli come quelli di Elle Macpherson, può sempre ricreare le beach waves in città. Per replicare questo effetto 'wild and chic', e tipico di quando le chiome si asciugano tra sole e vento dopo un tuffo in mare, basta modellare i capelli con le mani e asciugarli a testa in giù. Per ottenere 'onde anomale' su tutta la lunghezza, si possono provare dei prodotti a base salina e utilizzare spazzole rotonde e ferri professionali, ma attenzione a curare sempre il capello d'estate, soprattutto se ci si espone spesso al sole.
"Per proteggere i capelli dal sole, l'olio protettivo è la cosa migliore che esista - spiega Vanoni - sul mercato ci sono tante aziende che li propongono e si può scegliere tra una vasta gamma di prodotti. D'estate è sempre meglio colorare pochissimo i capelli, e già questo li salva da eventuali problemi, soprattutto se si fanno spesso bagni al mare e in piscina". Dello stesso parere D'Antonio: "E' sempre meglio proteggere i capelli dal sole - afferma l'hair stylist - anche se ormai la maggior parte delle colorazioni sono senza ammoniaca e con essenze di olio, henné e pigmenti naturali".
Se non riuscite a togliervi l'acqua dalla testa, allora provate l'effetto bagnato, da adottare su tutta la chioma di sera, o lavorando su piccole porzioni di capelli per il giorno, preferendo le radici o le lunghezze. Che siano cere, gel, o spray ultra leggeri, l'importante è riuscire a dosare il prodotto da stendere man mano sui capelli umidi o asciutti, facendo attenzione a non rendere colloso lo styling.
Chi li ama raccolti può puntare tutto sulla classica coda di cavallo che va portata alta e liscissima, oppure con la riga in mezzo e bassa, e ancora sullo chignon laccato, che in questi giorni sta spopolando a Cannes. Evergreen anche la treccia a lisca di pesce o fishtail braid, da portare non più di lato ma dritta lungo la schiena. Per un look shabby chic, si possono adottare le trecce spettinate: "Per le pettinature estive, da Coppola facciamo tante trecce piccole e spettinate - afferma Vanoni - che poi raccogliamo sul punto più alto della testa in modo divertente".
Vi piace lasciare la scia di profumo anche in spiaggia ma non volete danneggiare la pelle? L'estate è la stagione giusta per profumare i capelli di sentori avvolgenti e brume frizzanti, grazie agli hair mist, o brumes de cheveux, dei profumi ideati ad hoc per essere vaporizzati sulle chiome. Privi di alcool, non alternano né danneggiano il capello. Da Guerlain, a Dior, passando per Chanel, Narciso Rodriguez, Thierry Mugler, l'Occitane e Bottega Verde, sul mercato ci sono molte soluzioni per arricchire l'hairstyle di note aromatiche.
Sul fronte colorazione, c'è da scommettere che l'estate 2015 sarà anche quella della 'tartaruga'. Dopo il bronde, il plumage e il balayage, dalla Francia arriva l'écaille, ossia l'effetto 'tartarugato', una nuance che ha già conquistato le celebrities, da Gisele Bunchen a Jessica Alba. Si tratta di un colore ton sur ton che gioca con il castano e il biondo ma senza effetti sfumati o geometrici. La radice di solito viene mantenuta più scura rispetto alle lunghezze, mescolando la nuance di base a riflessi più chiari e luminosi.
Ritorna anche lo shatush, ma in modo più omogeneo, come spiega Vanoni: "Quest'estate ritroviamo anche lo shatush, ma fatto in modo mélange - afferma il direttore artistico degli show di Aldo Coppola - lo shatush mélange va a schiarire i capelli in modo molto naturale. Per la colorazione in generale, c'è un chiaro ritorno alla schiaritura, quindi vedremo molte tonalità del biondo, ma sfumato".
50 sfumature di grigio non è solo una saga erotica, ma anche la nuova frontiera dell'hairstyle. Se avete i capelli bianchi o grigi, non tingeteli, tra le ultime tendenze c'è infatti la granny hair, ossia i capelli grigi come quelli della nonna: "Il capello bianco ha sempre il suo fascino - spiega Vanoni - su certi volti, anche di giovani donne, può essere molto interessante rispetto ad altri colori".
"E' sempre meglio modificare la tonalità del bianco, magari lavorando con le sfumature - conclude Vanoni - per la colorazione, vale una regola generale: non si deve ostinatamente riprodurre il passato, cercando colori forti, ma piuttosto è fondamentale addolcire la nuance". Sembra che le chiome bianche e argento, magari sfumate con colori forti come viola, rosa e nuance arcobaleno, saranno le protagoniste di un'estate in contro tendenza. Di sicuro, una volta provati, non ve li toglierete più dalla testa.